DOG TREKKING… GUINZAGLIO, BENESSERE E SICUREZZA

Scritto da Anna Faldi

Per praticare dog trekking è importante tenere conto di alcuni aspetti importanti per vivere queste esperienze in sicurezza e nel rispetto di noi stessi, del nostro cane e di ciò che ci circonda.

DOG TREKKING

Dog trekking e guinzaglio

In montagna il nostro dog trekker va tenuto al guinzaglio e per questo, a seconda degli itinerari da percorrere, ci sono anche attrezzature appositamente studiate che risultano più idonee e pratiche per il binomio. Il guinzaglio è la migliore forma di tutela per il nostro amico, per noi e per il rispetto di tutto ciò che ci circonda, come animali selvatici o del pascolo, altri dog trekker o escursionisti che hanno paura dei nostri amici a quattro zampe e così via.

Qualora decidiate di slegare il vostro amico per concedergli dei momenti di libertà  o lo dobbiate liberare per necessità, è fondamentale che sia educato ed obbediente alle vostre parole di comando, poiché ogni tipo di responsabilità è completamente vostra.

Al collare e/o pettorina è fondamentale che sia applicata la medaglietta di riconoscimento con nome e numero/i di telefono.

Dog trekking e benessere

Portate sempre nel vostro zaino il libretto sanitario ed eventuale ulteriore documentazione utile del dog trekker. Ricordate di controllare la validità di vaccinazioni e profilassi e di chiedere sempre al veterinario con lauto anticipo (di solito chiedo un paio di mesi prima) informazioni aggiornate circa quelle richieste dalla regione in cui vi recherete. Molto importante è anche la copertura antiparassitaria.

Buona cosa è controllare le zampe del dog trekker durante e alla fine del percorso.

Dog trekking e sicurezza

Per quanto riguarda gli impianti di risalita, navette, taxi etc ricordate sempre che è necessaria la museruola.

Prima di intraprendere qualsiasi escursione è sempre bene tenere monitorato il meteo poiché in montagna si sa, il tempo può mutare inaspettatamente e velocemente e in caso di condizioni avverse con il nostro amico al seguito può diventare tutto più difficile.

Il mio consiglio inoltre, è quello di intraprendere sempre dei percorsi che siano leggermente sotto le vostre possibilità così che se dovessero accadere degli inconvenienti, non siate  già al limite delle energie ma ne abbiate ancora per gestire momenti di difficoltà senza troppo disagio.

Una montagna vissuta a passo di zampe e scarponi è sempre la montagna più bella!

Kalipè a tutti!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Kanipè

Hai già letto il mio libro?

“Kanipè: in montagna con il tuo cane” è un libro ideato e scritto per tutti coloro che amano la montagna e desiderano viverla al meglio in compagnia del proprio cane!

Acquistalo direttamente dall'autrice con dedica personalizzata al prezzo di 14€ spedizione inclusa!

In alternativa lo puoi acquistare su Amazon o presso la casa editrice